"Little Europa", al Kismet si rilegge Ibsen

Bari
dal 17 febbraio 2017 al 18 febbraio 2017 alle ore 21:00

Venerdì e sabato il nuovo spettacolo dei giovani pugliesi VicoQuartoMazzini

Indirizzo Strada San Giorgio Martire, 22/F

"Little Europa", al Kismet si rilegge Ibsen
n.c. © n.c.

Dopo il debutto lo scorso giugno al Festival Primavera dei Teatri e dopo le tappe all'Ibsen festival di Oslo e al Piccolo di Milano, approda a Bari Little Europa, il nuovo spettacolo dei giovani pugliesi VicoQuartoMazzini.

Appuntamento sul palco del Kismet venerdì 17 e sabato 18 alle 21.

Lo spettacolo
Coproduzione Teatri di Bari/Gli Scarti, lo spettacolo è liberamente ispirato a Il piccolo Eyolf di Henrik Ibsen su drammaturgia di Gabriele Paolocà e con Michele Altamura, Gemma Carbone, lo stesso Paolocà e Maria Teresa Tanzarella.

Little Europa è una trasposizione simbolica dell'opera di Ibsen, in cui Rita Allmers – la protagonista femminile - diventa una donna scandinava altolocata, Alfred – suo marito - un emigrante sognatore del Sud Europa e il piccolo Eyolf, un bambino affetto da una strana e misteriosa malattia: un piccolo mostro che nella coppia è causa di frustrazione e depressione.

Il piccolo si chiama Europa e il suo nome dà modo alla compagnia di sviluppare la metafora. Spiegano Altamura e Paolocà nelle note di regia: «Nella nostra analisi Europa non può più essere identificato come la splendida regina orientale della mitologia, bensì come un parente di quel toro che l’ha ingravidata, un minotauro che inorridisce e al contempo fa anche pena. Ne Il piccolo Eyolf Rita e Alfred nell’ultima scena guardano l’orizzonte al di sopra delle montagne, vedono una meta, difficile da raggiungere ma arrivabile, una meta che li porterà a un cambiamento che servirà da esempio per il resto dell’umanità. Nella nostra performance il cambiamento non è contemplato. Non vi è una nuova morale, non c’è alcuna presa di responsabilità: gli errori del passato sono stati dimenticati e tutto sembra far credere che l’umanità sia pronta a ripeterli».

Informazioni
Informazioni sul sito web www.teatridibari.it e ai numeri 080 5797667 e 335 8052211.

Al cinemaVedi tutti